»

L'invisibile mondo di Carlotta
Giuseppe, papà della quindicenne Carlotta, vide sconvolta la sua vita per sempre in seguito all’affiliazione a un’organizzazione criminale.
Una mattina, accade un episodio che egli non si aspettava.
Giunge, mentre era riunito con gli altri iniziati al clan, la notizia che un incendio è divampato in una fabbrica appartenente a un noto imprenditore della zona. Giuseppe si ritrova immediatamente immerso nel fragore della compiacenza e dell’entusiasmo degli affiliati, li scorge abbracciarsi soddisfatti dell’operazione compiuta. È un mondo nel quale il crimine non tarda a farsi avanti, dove il potere delle prevaricazioni e dell’intimato rispetto vengono nutriti con cupidigia, tessendo un intreccio di intimidazioni destinate a coloro i quali osano non assoggettarsi alle regole imposte da chi ha fatto della corruzione morale vessillo di vita. Carlotta, l’unico pensiero cui Giuseppe diede sempre importanza. Cosa sarebbe stato meglio per lei, crescere con un padre il cui rispetto si fonda sul timore reverenziale costruito sulle vessazioni, o diventare adulta con la consapevolezza che suo padre è meritevole di rispetto costruito sulla sua sola forza? Il legame tra i due è coriaceo, forse anche nei ruoli interscambiabile, sarà proprio questo a dare direzione alle loro vite, sarà ciò a far decidere loro quale strada intraprendere, quale direzione del tunnel in cui si trova incastonata la loro esistenza sia la più giusta, quella che indulge verso l’oscurità delle tenebre o quella che inalvea verso lo sfolgorio della luce.


Autore:Rita Tulelli
Anno:2019
Prezzo:€ 8,00
Pagine:48
ISBN:978-88-32268-10-2
Formato:12 x 19






 

 

14/05/2020 - Torino - XXXIII Salone Internazionale del Libro - Pad. 1 - Stand E 44 - via Nizza, 280 - ore 10.00    15/02/2020 - Cosenza - Libreria Ubik - Via XXIV Maggio, 49 - ore 18.00