»

La cecità del vicolo
L’opera sfugge a qualsivoglia tentativo di definizione: un romanzo esistenziale, a tratti didascalico, o forse un giallo la cui trama trae spunto dalla morte più o meno recente dei due grandi assenti – i genitori di Carlo, il protagonista – giungendo a interrogarsi con un afflato universale sulle umane vicende legate al dolore. Centrale nel romanzo è il suicidio di Ljuda: a interrogarsi sulle cause del fatale gesto sono, contemporaneamente, Pickwick, professore di sociologia, e Carlo, figlio della donna. Quello che appare sin dagli esordi il fulcro centrale della trama si presta altresì a fungere da pretesto per il sapiente delineamento di una serie di figure minori che con le loro umanissime vicende popolano l’elegante cornice del narrato: l’Annel College. L’autore dispiega così lungo tutta la narrazione uno stile di scrittura estremamente evocativo, aulico senza risultare tuttavia atemporale, ricorrendo spesso ad ampi interventi che risultano esplicativi, per analogia o metafora, rispetto al fluire del racconto, in una sorta di metanarrazione, puntuale e mai puramente esornativa.

Autore:Piero d^Alfonso
Anno:2018
Prezzo:€ 19,90
Pagine:300
ISBN:978-88-99135-89-8
Formato:12 x 19






 

 

28/11/2018 - Treviso - Libreria Goldoni - Viale della Repubblica, 154/E - ore 16.30    23/11/2018 - Catanzaro - Comune Palazzo De Nobili - Sala Concerti - ore 18.00